Distributori di carburante: trasmissione della documentazione
( Le verifiche sull'idoneita' tecnica degli impianti ai fini della sicurezza sanitaria e ambientale sono effettuate al momento del collaudo e non oltre quindici anni dalla precedente verifica. urn:nir:stato:decreto.legislativo:1998-02-11;32~art.1 )

Iter

Una volta ricevuta la documentazione, il SUAP ne verifica la completezza formale e la trasmette all'autorità sanitaria competente e ARPA per le valutazioni di competenza. Se le valutazioni hanno esito positivo il SUAP comunica al titolare dell'impianto l'idoneità tecnica dello stesso.

Se le valutazioni dell'autorità sanitaria competente e ARPA pervengono con prescrizioni/condizioni, il SUAP le trasmette formalmente al titolare dell'impianto e chiede quanto necessario per conformarsi alle stesse. 

In caso di inadempimento (totale o parziale) delle richieste formulate, il SUAP invia alla società un sollecito. In caso di perdurante inadempimento, il SUAP emette una formale diffida e, accertato il perdurante inadempimento del titolare dell'impianto, adotta il provvedimento di sospensione dell’autorizzazione. La sospensione dell'autorizzazione sarà revocata una volta soddisfatte le richieste di integrazione che hanno dato origine alla diffida.

Durata massima del procedimento amministrativo
La conclusione del procedimento è immediata.
Pagamenti
La presentazione della pratica non prevede alcun pagamento

Moduli da compilare e documenti da allegare
Trasmissione della documentazione nell'ambito delle verifiche quindicennali sugli impianti di distribuzione carburanti
Documentazione relativa alle verifiche
Ultimo aggiornamento: 06/11/2018 12:19.25