Cosa è l'attestazione? Come si chiede? Chi la rilascia?

...cosa è?

Ogni operatore di commercio su aree pubbliche deve dichiarare di aver assolto gli obblighi amministrativi, previdenziali, fiscali ed assistenziali previsti dalla normativa vigente (Decreto legislativo 31/03/1998, n. 114, art. 28).

Le Regioni possono stabilire che l'autorizzazione all'esercizio dell'attività di commercio su aree pubbliche sia soggetta alla presentazione del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) (Legge 23/12/2009, n. 191, art. 2). Attraverso la Deliberazione della Giunta regionale 13/01/2010, n. 11003, la Regione Lombardia ha deciso di non chiedere il DURC agli operatori su area pubblica: l'attestazione assolve infatti anche alle finalità previste dalla norma statale.

L'attestazione rappresenta quindi il documento che sostituisce a tutti gli effetti il DURC!

L'attestazione è, in sostanza, una presa d'atto della situazione in cui si trova l'ambulante quando la domanda di attestazione è effettuata. Essa deve quindi essere riferita a questo momento.

...come si chiede?

La domanda dell'attestazione deve essere effettuata esclusivamente in modalità telematica, attraverso un servizio applicativo che Regione Lombardia ha predisposto all'interno della piattaforma informatica MUTA (Modello Unico Trasmissione Atti) raggiungibile dal sito web www.muta.servizirl.it (Decreto del Direttore generale 28/03/2012, n. 2613).

La compilazione dell'attestazione (da allegare alla carta d'esercizio) dovrà essere effettuata ogni anno esclusivamente dalle associazioni di categoria o da uno dei Comuni sede di posteggio.

Nota: i titolari di posteggi isolati non hanno l'obbligo di possedere e compilare la carta d'esercizio, ma dovranno comunque ottenere l'attestazione.

...chi la rilascia?

A seguito della domanda presentata, l'attestazione è rilasciata annualmente dal Comune di residenza dell'operatore o da uno dei Comuni sede di posteggio (Decreto del Direttore generale 28/03/2012, n. 2613).

...esistono delle sanzioni?

Per chi è sprovvisto della carta di esercizio e relativa attestazione annuale è prevista una sanzione amministrativa per una somma tra 500,00 € e 3.000,00 € e la confisca delle attrezzature e della merce (Legge regionale 02/02/2010, n. 6, art. 27, com. 7).

...e se avessi bisogno di aiuto?

Ultimo aggiornamento: 08/04/2020 15:13.26