Vendita ambulante di oggetti da punta e da taglio atti ad offendere

Vendita ambulante di oggetti da punta e da taglio atti ad offendere

Un'arma è uno strumento con cui una persona può recare danno ad un'altra o difendersi in caso di aggressione.

I simulacri, cioè riproduzioni di armi con soli fini ornamentali, non sono armi.

Gli strumenti da punta e da taglio con una specifica e diversa destinazione non sono armi, anche se impropriamente usati possono causare danni fisici. Sono esempi gli strumenti da lavoro e quelli destinati ad uso domestico, agricolo, scientifico, sportivo, industriale e simili, come coltelli e forbici.

Requisiti soggettivi

Per svolgere l'attività è necessario soddisfare i requisiti previsti dalla normativa antimafia e i requisiti morali.

Requisiti oggettivi

Per svolgere l'attività devono essere rispettate le norme e le prescrizioni specifiche dell’attività, per esempio quelle in materia di urbanistica, igiene pubblica, igiene edilizia, tutela ambientale, tutela della salute nei luoghi di lavoro, sicurezza alimentare, regolamenti locali di polizia urbana annonaria.

Approfondimenti

Commercio in forma itinerante

Se si vuole vendere in forma itinerante gli strumenti da punta e da taglio atti ad offendere (ad esempio temperini, forbici, aghi, coltelli da cucina e per macellerie, forche, asce, ecc., strumenti la cui destinazione naturale, a differenza delle armi proprie, non di offesa alla persona) è necessario soddisfare i requisiti morali e chiedere il rilascio dell’autorizzazione al Comune di residenza.

Puoi trovare questa pagina in

Aree tematiche: Lavoro Imprese
Io sono: Imprenditore
Ultimo aggiornamento: 08/03/2019 14:36.33