Novembre 2017

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
30
31
1
2
3
4
5
 
 
 
 
 
 
 
6
7
8
9
10
11
12
 
 
 
Funerali a Lonato: il Comune crea un’area di sosta dedicata ai parenti

Funerali a Lonato: il Comune crea un’area di sosta dedicata ai parenti

Data: 
Giovedì, 9 Novembre, 2017
Tipologia: 
Comunicati di servizio
Argomento: 
Comunicato: 

A Lonato del Garda, in occasione dei funerali, i parenti del defunto potranno parcheggiare in un’area di sosta dedicata in piazza Martiri della libertà e via Tarello, grazie all’ordinanza del 2 novembre scorso. La Giunta Tardani ha infatti espresso la volontà di riservare degli spazi ai congiunti in occasione di cerimonie funebri, adottando, in tali situazioni, opportuni provvedimenti con apposita segnaletica indicante la cerimonia funebre, al fine di garantire la sicurezza della circolazione stradale e agevolare chi deve partecipare alla funzione.

La zona interessata è quella compresa tra piazza Martiri della libertà e il civico 22 e, nella stessa piazza, sul lato incluso tra l’inserzione con via Tarello e quella con vicolo Restelli. Qui sarà dunque istituito il divieto di sosta e fermata per tutti gli altri veicoli, con rimozione forzata, a eccezione di quelli che esporranno l’apposito distintivo.

La presente ordinanza entrerà in vigore a breve, non appena sarà predisposta la segnaletica necessaria con le modifiche del caso.

«L’ordinanza è stata emessa proprio nel giorno dei defunti – commenta l’assessore alla Sicurezza Roberto Vanaria –, ma già da tempo la nostra amministrazione stava valutando come gestire la situazione parcheggi in occasione dei funerali nel capoluogo. Vogliamo così favorire chi purtroppo deve partecipare alla funzione funebre di un proprio congiunto e ha il diritto di trovare un’area di sosta nelle vicinanze della basilica, nello specifico in piazza Martiri della libertà e su via Tarello».  

09/11/2017
 
 
 
 
13
14
15
16
17
18
19
 
 
Tre interventi per migliorare la qualità di vita dei cittadini e dell'ambiente

Tre interventi per migliorare la qualità di vita dei cittadini e dell'ambiente

Data: 
Mercoledì, 15 Novembre, 2017
Tipologia: 
Comunicati di servizio
Comunicato: 

L’amministrazione lonatese mette in campo tre interventi per migliorare il sistema fognario a beneficio della qualità dei residenti e dell’ambiente circostante. Si tratta nello specifico di tre opere pubbliche fondamentali per il benessere della comunità locale: il nuovo depuratore di Centenaro e Castel Venzago, il collettore di San Tommaso-Brodena e il collettore fognario di San Polo di sotto.

Il nuovo depuratore di Centenaro, spiega l’assessore alle Opere e ai lavori pubblici Oscar Papa, «è un’opera  di grande importanza per il nostro comune, in quanto ci permette di adeguare un impianto divenuto ormai insufficiente e non più in grado di accogliere lo scarico di nuove abitazioni».

Dopo l’acquisizione dell’area necessaria in prossimità dell’attuale impianto di depurazione, e dopo lo svolgimento della gara di appalto, a gennaio partiranno i lavori per la realizzazione del nuovo depuratore nelle frazioni di Centenaro e Castel Venzago, che sarà operativo entro la fine del 2018. Progettata e seguita da Garda Uno, l’opera gestirà i collettori fognari comunali e avrà un costo di circa 800mila euro, finanziati per una parte (300mila euro) dal Comune e il restante da Garda Uno.

Entro la metà di dicembre entrerà in funzione, invece, la stazione di sollevamento del nuovo collettore di San Tomaso e Brodena, quindi le abitazioni situate in prossimità dello stesso collettore potranno allacciare definitivamente i propri scarichi. E in questo modo, precisa l’assessore Papa, «cesserà lo scarico a fondo perduto, riducendo l’inquinamento del sottosuolo, e sarà drasticamente ridotto il disagio, anche economico, per i cittadini costretti al periodico svuotamento delle fosse biologiche».

La terza opera prevista è il tratto di collettore fognario nella zona di San Polo di sotto. D’accordo con i residenti, è stato progettato sempre da Garda Uno, e approvato, il collettore che permetterà a circa venti famiglie residenti di allacciarsi al collettore esistente, che transita sulla strada principale.

«Si tratta di ulteriore tassello verso il completamento del quadro fognario comunale – conclude l’assessore Oscar Papa – che, come nel caso di San Tomaso e Brodena, migliorerà da subito la qualità del servizio e dell’ambiente». 

 

15/11/2017
 
 
 
 
 
20
21
22
23
24
25
26
 
 
 
 
Dieci nuove piante per la Festa dell'Albero

Dieci nuove piante per la Festa dell'Albero

Data: 
Venerdì, 24 Novembre, 2017
Tipologia: 
Comunicati di servizio
Comunicato: 

Più che un “Black Friday” oggi è decisamente un “Green Friday” per Lonato del Garda.

Le scuole “Karol Woytila” (dell’infanzia) e Don Milani (primaria) hanno vissuto questa mattina (24 novembre 2017) la Festa dell’Albero, con l’amministrazione comunale e la preziosa collaborazione della cooperativa “Quadrifoglio”. Nel giardino di ogni scuola lonatese sono stati piantati cinque alberi autoctoni (pioppi e frassini), alla presenza del sindaco Roberto Tardani, del vice e assessore alla Cultura Nicola Bianchi, dell’assessore alle Opere pubbliche Oscar Papa e del consigliere incaricato per l’Ecologia e l’ambiente Christian Simonetti.

L’agronomo Gianpiero Bara ha spiegato ai bambini l’importanza di piantare alberi, meglio se tipici del territorio, per produrre ossigeno che serve all’uomo per respirare aria pulita. Si sono scelti i pioppi per la scuola dell’infanzia e i frassini per la primaria, alberi ideali per fare ombra in parchi e giardini.

Piantare una pianta o un albero è un gesto d’amore e di fiducia nel “futuro”. Durante la mattinata i bambini hanno accolto le autorità con canti e poesie ispirate agli alberi.

L’obiettivo della giornata, spiega il sindaco Roberto Tardani, è quello di «sensibilizzare i più giovani sull’importanza della gestione e della conservazione degli spazi verdi, come luoghi di socializzazione e di incontro. Si passa dalle scuole proprio perché i più piccoli sentano e sviluppino questa sensibilità. Coltivare il verde urbano è fondamentale per mantenere un ambiente di vita sano e per una migliore qualità della vita di tutti». L’amministrazione comunale, aggiunge il primo cittadino lonatese, «è seriamente impegnata sul piano ambientale: il Comune supporta infatti l’innovativo progetto di teleriscaldamento della società Feralpi, per recuperare parte del calore derivato dal processo produttivo e fino a oggi inutilizzato, a beneficio della comunità locale. Anche la ricerca sulla qualità della vita condotta dal Giornale di Brescia ci vede sempre ai primi posti in provincia per il rapporto tra numero di abitanti e superfici verdi. Manteniamo quindi il primato piantumando nuovi alberi e impegnandoci nella tutela delle superfici verdi della nostra città».

 

24/11/2017
 
Iniziative lonatesi per la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne

Iniziative lonatesi per la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne

Data: 
Venerdì, 24 Novembre, 2017
Tipologia: 
Comunicati di servizio
Comunicato: 

In occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, indetta dall’Assemblea Generale dell’Onu il 25 novembre di ogni anno, la Consulta per le Pari Opportunità e l’Assessorato ai Servizi sociali del Comune di Lonato propongono alcune iniziative di sensibilizzazione, in stretta collaborazione con l’Associazione Commercianti di Lonato del Garda.

Sulla scalinata del municipio, sabato saranno esposte delle scarpette rosse simbolo della lotta contro il femminicidio e la violenza contro le donne.

Dal 27 luglio 2012 le scarpe rosse sono l’emblema di questa battaglia: in quella data l’artista Elina Chauvet le utilizzò per la prima volta in una installazione pubblica davanti al consolato messicano di El Paso, in Texas, per ricordare le centinaia di donne uccise nella città messicana di Juarez, e da quel giorno le scarpe da donna dello stesso colore del sangue versato sono diventate il simbolo di questa “campagna” di sensibilizzazione. A Lonato le esporranno anche i commercianti e ristoratori nelle loro attività. In particolare, sarà possibile partecipare a una raccolta fondi, a favore dei progetti dell’Associazione Gratitudine che proprio a Lonato gestisce “Casa Gratitudine”, un luogo di accoglienza e recupero per le donne vittime di violenze o abbandoni, o che vivono particolari disagi economici o sociali.

«Non possiamo rimanere in silenzio dinanzi a dati purtroppo ancora molto allarmanti di violenza fisica, sessuale e psicologica subita dalle donne in Italia e nel mondo, dentro e fuori la famiglia – commenta l’assessore ai Servizi sociali Michela Magagnotti –. Attraverso questi pochi, ma significativi gesti desideriamo richiamare l’attenzione della collettività. Anche grazie al concerto organizzato sabato sera dall’Associazione Brixia Symphony Orchestra con la Comunità del Garda e il nostro Comune, poniamo un ulteriore invito alla riflessione, tramite la delicatezza e la bravura delle arpiste Elena Piva e Marta Pettoni, che sicuramente sapranno toccare il nostro cuore con la loro musica».

Nei ristoranti lonatesi il costo del coperto di ogni uomo sarà devoluto a Casa Gratitudine e, come spiega il presidente dei Commercianti Massimo Ferrero, «alla cassa gli ospiti troveranno un salvadanaio per contribuire con una ulteriore offerta, se vorranno, così da dare a tutti la possibilità di partecipare a questa iniziativa. I commercianti di Lonato sono sempre molto attenti e sensibili alle tematiche sociali e anche in questa occasione hanno accolto con entusiasmo la proposta di contribuire alle necessità di Casa Gratitudine per aiutare le donne vittime di violenza».

Il concerto di arpe si terrà sabato sera alle 21 nella Sala Andrea Celesti al primo piano del Palazzo comunale di Lonato: un evento tutto al femminile “…neanche con un fiore”, dedicato alle donne, con il Thayma Duo (Elena Piva e Marta Pettoni). L’ingresso è libero.

Si tratta di un programma estremamente raffinato e al tempo di piacevole ascolto, scelto per la delicatezza e l’intensità dei suoni, delicatezza che ben si adatta al tema della donna e delle violenze che troppo spesso è costretta a subire.

L’evento rientra nell’edizione 2017 della rassegna “Suoni e sapori del Garda - La grande musica sull’acqua e nei luoghi dello spirito”, organizzato dalla Associazione Brixia Symphony Orchestra, con la direzione artistica di Giovanna Sorbi, in sinergia con la Comunità del Garda e dodici Amministrazioni di questo territorio, tra cui, appunto, Lonato. Il programma affidato alle due arpe prevede la Marche Solennelle di Charles Gounod, l’Arrivo della Regina di Saba di Georg Friedrich Haendel, il Preludio, fuga e variazioni op.18 di Cesar Franck, What Child is This di autore anonimo inglese, Clair del lune di Claude Debussy, la Suite dal Balletto El Cid di Jules Massenet e il Cambria Duet di Jules Thomas (nei suoi tre tempi Allegro maestoso, Andante espressivo ed Allegro scherzando).

24/11/2017
 
 
 
27
28
29
30
1
2
3