Novembre 2017

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
30
31
1
2
3
4
5
 
 
 
 
 
 
 
6
7
8
9
10
11
12
 
 
 
Funerali a Lonato: il Comune crea un’area di sosta dedicata ai parenti

Funerali a Lonato: il Comune crea un’area di sosta dedicata ai parenti

Data: 
Giovedì, 9 Novembre, 2017
Tipologia: 
Comunicati di servizio
Argomento: 
Comunicato: 

A Lonato del Garda, in occasione dei funerali, i parenti del defunto potranno parcheggiare in un’area di sosta dedicata in piazza Martiri della libertà e via Tarello, grazie all’ordinanza del 2 novembre scorso. La Giunta Tardani ha infatti espresso la volontà di riservare degli spazi ai congiunti in occasione di cerimonie funebri, adottando, in tali situazioni, opportuni provvedimenti con apposita segnaletica indicante la cerimonia funebre, al fine di garantire la sicurezza della circolazione stradale e agevolare chi deve partecipare alla funzione.

La zona interessata è quella compresa tra piazza Martiri della libertà e il civico 22 e, nella stessa piazza, sul lato incluso tra l’inserzione con via Tarello e quella con vicolo Restelli. Qui sarà dunque istituito il divieto di sosta e fermata per tutti gli altri veicoli, con rimozione forzata, a eccezione di quelli che esporranno l’apposito distintivo.

La presente ordinanza entrerà in vigore a breve, non appena sarà predisposta la segnaletica necessaria con le modifiche del caso.

«L’ordinanza è stata emessa proprio nel giorno dei defunti – commenta l’assessore alla Sicurezza Roberto Vanaria –, ma già da tempo la nostra amministrazione stava valutando come gestire la situazione parcheggi in occasione dei funerali nel capoluogo. Vogliamo così favorire chi purtroppo deve partecipare alla funzione funebre di un proprio congiunto e ha il diritto di trovare un’area di sosta nelle vicinanze della basilica, nello specifico in piazza Martiri della libertà e su via Tarello».  

09/11/2017
 
 
 
 
13
14
15
16
17
18
19
 
 
Tre interventi per migliorare la qualità di vita dei cittadini e dell'ambiente

Tre interventi per migliorare la qualità di vita dei cittadini e dell'ambiente

Data: 
Mercoledì, 15 Novembre, 2017
Tipologia: 
Comunicati di servizio
Comunicato: 

L’amministrazione lonatese mette in campo tre interventi per migliorare il sistema fognario a beneficio della qualità dei residenti e dell’ambiente circostante. Si tratta nello specifico di tre opere pubbliche fondamentali per il benessere della comunità locale: il nuovo depuratore di Centenaro e Castel Venzago, il collettore di San Tommaso-Brodena e il collettore fognario di San Polo di sotto.

Il nuovo depuratore di Centenaro, spiega l’assessore alle Opere e ai lavori pubblici Oscar Papa, «è un’opera  di grande importanza per il nostro comune, in quanto ci permette di adeguare un impianto divenuto ormai insufficiente e non più in grado di accogliere lo scarico di nuove abitazioni».

Dopo l’acquisizione dell’area necessaria in prossimità dell’attuale impianto di depurazione, e dopo lo svolgimento della gara di appalto, a gennaio partiranno i lavori per la realizzazione del nuovo depuratore nelle frazioni di Centenaro e Castel Venzago, che sarà operativo entro la fine del 2018. Progettata e seguita da Garda Uno, l’opera gestirà i collettori fognari comunali e avrà un costo di circa 800mila euro, finanziati per una parte (300mila euro) dal Comune e il restante da Garda Uno.

Entro la metà di dicembre entrerà in funzione, invece, la stazione di sollevamento del nuovo collettore di San Tomaso e Brodena, quindi le abitazioni situate in prossimità dello stesso collettore potranno allacciare definitivamente i propri scarichi. E in questo modo, precisa l’assessore Papa, «cesserà lo scarico a fondo perduto, riducendo l’inquinamento del sottosuolo, e sarà drasticamente ridotto il disagio, anche economico, per i cittadini costretti al periodico svuotamento delle fosse biologiche».

La terza opera prevista è il tratto di collettore fognario nella zona di San Polo di sotto. D’accordo con i residenti, è stato progettato sempre da Garda Uno, e approvato, il collettore che permetterà a circa venti famiglie residenti di allacciarsi al collettore esistente, che transita sulla strada principale.

«Si tratta di ulteriore tassello verso il completamento del quadro fognario comunale – conclude l’assessore Oscar Papa – che, come nel caso di San Tomaso e Brodena, migliorerà da subito la qualità del servizio e dell’ambiente». 

 

15/11/2017
 
 
 
 
 
20
21
22
23
24
25
26
 
 
 
 
 
 
 
27
28
29
30
1
2
3